Al momento della richiesta di una prestazione, i Biologi libero-professionisti devono rilasciare un preventivo in forma scritta o digitale. Lo stabilisce la legge per il mercato e la concorrenza in vigore dal 29 agosto 2017.La comunicazione da rilasciare ai clienti deve contenere il «grado di complessità» dell’incarico, gli «oneri ipotizzabili», gli estremi della polizza assicurativa per i danni provocati nell'esercizio dell'attività e il compenso richiesto per svolgere la prestazione.

Cari Colleghi, voglio condividere con voi una soddisfazione tutta nostra: la Corte dei Conti - un Organo di controllo istituzionale primario - ha riconosciuto "la concretezza e la positività" delle iniziative di welfare strategico messe in campo della nostra Cas(s)a di previdenza, perché "rappresentano un momento di fruizione professionale e di diffusione dell'esperienza avute sul campo".

Un plauso particolare è stato riservato all'obiettivo delle iniziative: ai tirocini pratici perchè "favoriscono una formazione specifica e specialistica" e alle altre iniziative proprio in quanto rivolte "all'inserimento lavorativo dei giovani laureati".

Il tutto - sempre usando le parole della Corte - "è stato reso possibile grazie alle risorse derivanti dagli ulteriori risparmi aggiuntivi rispetto a quelli previsti dalle norme sul contenimento della spesa.".

Penso alle mille incertezze interpretative della norma come pure ai ricorsi proposti dalla precedente dirigenza ordinistica che avrebbero potuto o dovuto costituire degli ostacoli alle iniziative di welfare, ma con soddisfazione penso anche alla nostra ferma convinzione di correttezza verso la norma e verso le istituzioni che oggi viene riconosciuta senza se e senza ma.

La nostra Cas(s)a di previdenza è stata in assoluto la prima a credere fino in fondo nel welfare e dotarsi di linee guida per iniziative che andassero in questa direzione. In un momento di crisi della professione, per cause soggettive o anche per cause esogene, è fondamentale sostenere, affiancare e rivendicare la centralità della nostra professione e professionalità. Più volte mi sono soffermata sulla necessità che una equa previdenza non può prescindere da un equo lavoro, ed è questo lo spirito positivo che volevo e ho voluto partecipare con tutti voi. SCARICA QUI IL DOCUMENTO

L'Enpab bandisce - per l'anno 2019 - un concorso per la selezione n. 14 biologi che saranno impiegati per la realizzazione del progetto scuola “Ambiente e sostenibilità”, rivolto a semplificare la comunicazione per una prevenzione efficace e un’educazione ambientale, inserendo tra le attività scolastiche quotidiane le materie trattate con attività ludiche, didattiche e laboratori, che faranno comprendere l’importanza di ridurre l’inquinamento e, come sua naturale conseguenza, i costi sanitari e sociali che scaturiscono dalle cattive abitudini. Centrale sarà il confronto tra i professionisti della salute, la scuola e la famiglia al fine di realizzare interventi integrati.

L’iniziativa di massima si articolerà da gennaio a giugno, impegnando 2 ore di attività al mese, per un totale di 10 ore di attività per l'anno scolastico. In ipotesi di ritardo o proroga dell'inizio dell'attività le 10 ore saranno distribuite nell'arco del periodo didattico restante, anche in considerazione degli accordi che interverranno tra i Biologi selezionati e l'Istituto scolastico, e che saranno comunicati all'Enpab.

pdfscarica bando

docxscarica domanda di partecipazione

xlsxscarica elenco scuole

Leggere attentamente il Bando pubblicato dall’Istituto Comprensivo G.Bertesi (Piazza Italia, 1 - 26015 Soresina (Cr)) che ha aperto la selezione per formatori finalizzata alla realizzazione del progetto “promuoviamo la salute: corretta alimentazione” azione 10.2.5 “Azioni volte allo sviluppo delle competenze trasversali”.– COD 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-227 clicca qui . Il termine per la presentazione delle domande è imminente il prossimo 15 novembre. E’ pertanto urgente per chi è interessato verificare la sussistenza delle condizioni professionali richieste. Nel box dedicato SELEZIONE ESPERTI PON ALIMENTAZIONE che si trova sul sito internet dell’Istituto tra gli allegati è pubblicata la domanda -pon-enpab.doc- che si dovrà compilare unitamente agli altri documenti richiesti per la validazione della partecipazione.

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in via della Fonte di Fauno 25 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su