Enpab inaugura il ciclo di "Lezioni di previdenza in Ateneo" al Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche dell’Università di Roma Tor Vergata. La relazione sulla cultura previdenziale “Identikit di una professione e cultura previdenziale” sarà tenuta dalla Presidente Tiziana Stallone il 30 maggio alle ore 15,00 alla facoltà di Medicina e Chirurgia e fa parte del percorso IL CORSO DI LAUREA INCONTRA IL MONDO DEL LAVORO. Scarica invito

a La Paz Bolivi aAl via l'esperienza all'estero messa a bando dall'Enpab. La prima Biologa vincitrice del Progetto è partita alla volta della BOLIVIA. Tanto entusiasmo e soprattutto grande appartenenza alla famiglia ENPAB che, in collaborazione con l'organizzazione non governativa (ONG) Ricerca e Cooperazione, ha sostenuto l’opportunità di una esperienza formativa all’estero.

 

Chiara Belli, la prima Biologa a partire, così posta la sua esperienza su facebook:

   In viaggio verso La Paz da Aeroporto di Roma-Fiumicino

 

Enpab sempre con me!
W i biologi!!

belliaeroportobelliaeroporto2

 

L'attività formativa avrà la durata di 3 settimane, si svolgerà in Bolivia a contatto con le comunità in cui la popolazione minorile è maggiormente colpita da malnutrizione.

«In Enpab siamo convinti che progetti come questi non solo ci consentono di mettere al servizio dei Paesi "svantaggiati" le competenze dei nostri iscritti, ma anche di arricchire il proprio bagaglio professionale con un’esperienza lavorativa che li renderà punto di riferimento per le ONG che operano in questi Paesi».

L’arricchimento professionale, che segue a un’esperienza di questo tipo, è un ottimo presupposto per l’inserimento del biologo in nuove realtà lavorative, sia in ambito nazionale - le nuove realtà della malnutrizione conseguente all'arrivo di migrati dai Paesi "svantaggiati" - sia internazionale, quale la collaborazione con le ONG che ricercano esperti nel settore.

L'Enpab ha destinato 3 borse di studio - di euro 500,00 mensili ciascuna - ai nutrizionisti vincitori e ne sosterrà le spese relative al viaggio.

 

Oltre 160mila euro di fondi europei per le sei scuole vincitrici del bando “Competenze di cittadinanza globale” a cui hanno partecipato grazie a Enpab che le ha sostenute nell’iter procedurale, dalla scrittura del progetto, alla presentazione, alla costruzione del budget fino al suo inserimento nella piattaforma telematica del MIUR. L’educazione alla cittadinanza globale, già presente in diversi sistemi scolastici europei come ambito trasversale alle discipline umanistiche e scientifiche, in Italia è stata messa al centro di un gruppo di lavoro interministeriale (MIUR, Ministero dell’Ambiente, Ministero degli Affari Esteri) che ha portato ad inserirla come asse di lavoro specifico nel Programma Operativo Nazionale (PON 2016-2020) del Ministero dell’Istruzione.

All’interno di tale programma, il Bando Competenze di cittadinanza globale si orienta a innalzare le competenze trasversali di “cittadinanza globale” con l’obiettivo di migliorare le “attività chiave” anticipando azioni al fine di formare cittadini consapevoli e responsabili in una società moderna, connessa e interdipendente.

Le aree tematiche per gli interventi delle scuole sono state l’educazione alimentare, cibo e territorio - il benessere, corretti stili di vita, educazione motoria e sport - l’educazione ambientale - la cittadinanza economica - il civismo, rispetto delle diversità e cittadinanza attiva.

I progetti si articoleranno – dal prossimo anno scolastico 2018/2019 - in percorsi didattici all’interno delle scuole vincitrici e verteranno sulle tematiche dell’educazione alimentare. Le lezioni saranno tenute da biologi ai quali Enpab offrirà, se necessario, assistenza, formazione e materiale didattico. Quasi tutte le scuole hanno ottenuto la cifra massima stanziabile (30.000 euro a progetto).

«Dopo i primi due anni di esperienza con il Progetto Biologi nelle Scuole – ha sottolineato Tiziana Stallone – abbiamo intuito che bisognava muoversi nella direzione della progettualità finanziata. Con questo obiettivo abbiamo interessato tutte le scuole già coinvolte precedentemente nel nostro “Progetto scuola”, pubblicizzando il bando e offrendo il nostro aiuto per la scrittura del progetto e, successivamente, in caso di vittoria, per la gestione e la rendicontazione dello stesso».

Sulle 9 scuole che hanno aderito, 6 sono risultate vincitrici.

Nei progetti presentati, come lo stesso bando auspicava, è stato inserito un protocollo di intesa tra la singola scuola ed Enpab grazie al quale la Cassa, senza partecipare al budget, assume l’onere di individuare - tramite proprio bando interno - i biologi che saranno poi impegnati nei progetti.

L’assistenza alle scuole è stata totalmente gratuita e senza impegno da parte delle stesse.

«Con questo bagaglio di esperienze - ha concluso la Presidente Stallone - i Biologi saranno in grado di proporsi direttamente alle scuole di ogni ordine e grado iniziando un percorso libero professionale che garantisca loro maggiore autonomia professionale e manageriale».

Scuole Vincitrici

  • Direzione Didattica "Paolo Vetri" di Ragusa (ha ottenuto €29.971,50)
  • Istituto Comprensivo Francavilla Fontana, Brindisi (ha ottenuto €29.971,50)
  • Istituto Comprensivo Vivenza - Giovanni XXIII L’Aquila (ha ottenuto €29.867,40)
  • Istituto Comprensivo “Pascoli-Crispi” di Messina (ha ottenuto €27.210)
  • Secondo Circolo Didattico Via Firenze, Coversano, Bari (ha ottenuto €11.364,00)
  • Istituto Comprensivo G. Marconi, Livorno (ha ottenuto €29.410)

Schermata 2017 04 27 alle 10.49.51Continua l'esperienza "Biologi all'estero" messa a bando dall'Enpab. Annalisa Lionello e Tatiana Abbonizio, due delle tre Biologhe vincitrici del Progetto, sono partite alla volta della BOLIVIA. Tanto entusiasmo e soprattutto grande appartenenza alla famiglia ENPAB che, in collaborazione con l'organizzazione non governativa (ONG) Ricerca e Cooperazione, ha sostenuto l’opportunità di una esperienza formativa all’estero.

L'attività formativa avrà la durata di 3 settimane, si svolgerà in Bolivia a contatto con le comunità in cui la popolazione minorile è maggiormente colpita da malnutrizione. Annalisa e Tatiana rientreranno il 20 maggio.

«In Enpab siamo convinti che progetti come questi non solo ci consentono di mettere al servizio dei Paesi "svantaggiati" le competenze dei nostri iscritti, ma anche di arricchire il proprio bagaglio professionale con un’esperienza lavorativa che li renderà punto di riferimento per le ONG che operano in questi Paesi».

L’arricchimento professionale, che segue a un’esperienza di questo tipo, è un ottimo presupposto per l’inserimento del biologo in nuove realtà lavorative, sia in ambito nazionale - le nuove realtà della malnutrizione conseguente all'arrivo di migrati dai Paesi "svantaggiati" - sia internazionale, quale la collaborazione con le ONG che ricercano esperti nel settore.

L'Enpab ha destinato 3 borse di studio - di euro 500,00 mensili ciascuna - ai nutrizionisti vincitori e ne sostiene le spese relative al viaggio.

 

Interesserà altri tre Biologi oltre i tre già selezionati

La convenzione prevede l’impegno di ARPA Lazio ad accogliere presso le proprie strutture altri tre Biologi liberi professionisti selezionati da ENPAB tra i propri iscritti, secondo le regole statuite dall’Ente, per lo svolgimento di un periodo di attività pratica che non costituisce comunque rapporto d’impiego.

I primi tre Biologi, già selezionati in precedenza e che hanno completato il periodo formativo di un trimestre, hanno ottenuto una proroga di ulteriori tre mesi di formazione presso l'Arpa. Sono così 6 i Biologi Enpab impegnati nel percorso formativo altamente professionalizzante.

La pratica professionale ha lo scopo di fare acquisire al praticante le competenze in una delle seguenti materie:

Attività di Laboratorio in:

Acque: l’analisi di diversi parametri dell’acqua come previsto dalla normativa vigente per quanto riguarda le acque destinate al consumo umano, le acque superficiali, le acque di piscina e le acque reflue.

Alimenti e bevande: metodiche di analisi batteriologiche sui campioni di alimenti e bevande prelevati dal personale delle ASL e da altri Enti tra i quali i NAS, la Guardia di Finanza, gli Uffici di Sanità Marittima e Aerea.

Legionella: metodiche di ricerca della legionella: colturale e molecolare (PCR). Eventuale affiancamento al personale tecnico dell’Agenzia durante l’attività di controllo e accertamento attraverso sopralluoghi, ispezioni e campionamento a sostegno dell'attività preventiva di monitoraggio di strutture ricettive, sia pubbliche che private.

Inquinamento Acustico: Pratica su inquinamento acustico ambientale finalizzato all’attività “non occasionale” descritta nel D.P.C.M. del 31/03/98 Atto di indirizzo e coordinamento recante criteri generali per l'esercizio dell'attività del tecnico competente in acustica, ai sensi dell'art.3, comma 1, lettera b), e dell'art. 2, commi 6, 7 e 8, della Legge quadro sull’inquinamento 26 ottobre 1995, n. 447 e Determina Dirigenziale n. 1367 del 30maggio 2007 per iscriversi negli elenchi Regionali dei Tecnici Competenti in Acustica.

Inquinamento Atmosferico: Pratica nelle attività di monitoraggio della qualità dell'aria, centraline di rilevamento fisse, attività di rilievo effettuate con mezzi mobili in zone del territorio potenzialmente critiche. Esercitazioni su modelli di simulazioni di dispersione degli inquinanti, finalizzate ad una valutazione previsionale a breve termine sulla qualità dell'aria. Attività di controllo delle emissioni di sostanze inquinanti da impianti industriali indirizzate a verificare il rispetto dei valori limite di emissione in atmosfera, fissati in sede di autorizzazione dell'impianto.

Secondo Maria Grazia Micieli Presidente della Commissione Ambiente e Sicurezza, l'Enpab ha interesse a eseguire il ruolo di promotore d’interventi di welfare in favore dei propri iscritti realizzando quei compiti riconosciuti dall’art. 10 bis della legge n. 99/2013, consapevole dell'importanza della funzione istituzionale prioritaria di assistere il professionista Biologo iscritto all'Ente, oltre che per i riflessi previdenziali positivi connessi ad iniziative a sostegno e promozione della libera professione.

L’abilità professionale, concretamente acquisita, rappresenta un titolo utile per la promozione ed il sostegno dell'attività professionale del Biologo, nonché un valido strumento per avvantaggiare l'ingresso dei giovani professionisti nel mercato del lavoro.

 

 

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in via della Fonte di Fauno 25 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su