Tutti i colleghi iscritti all'Enpab godono, sin dal momento dell'iscrizione, di una copertura sanitaria per i gravi interventi chirurgici o gravi patologie anche non seguite da ricovero.
Il consiglio di amministrazione, allo scopo di offrire all'iscritto sempre maggiore assistenza nei momenti di bisogno, ha deciso di allargare tale polizza anche alle invalidità permanenti in seguito ad infortuni prima escluse dalla polizza sanitaria.
L'integrazione prevede che in caso di infortunio che comporti un'invalidità permanente di grado superiore al 66%, la Società assicuratrice liquiderà un indennizzo di € 40.000.
La Società con cui è stata stipulata tale assicurazione, (Assicurazioni Generali, individuata con gara europea) corrisponde l'indennità per le conseguenze dirette ed esclusive dell'infortunio che siano da considerarsi indipendenti da condizioni fisiche o patologiche preesistenti o sopravvenute; pertanto l'influenza che l'infortunio può aver esercitato su tali condizioni, come pure il pregiudizio che esse possono portare all'esito delle lesioni prodotte dall'infortunio, sono conseguenze indirette e quindi non indennizzabili.
Nei casi di preesistenti mutilazioni o difetti fisici, l'indennità per invalidità permanente è liquidata per le sole conseguenze dirette cagionate dall'infortunio come se esso avesse
colpito una persona fisicamente integra, senza riguardo al maggior pregiudizio derivante dalle condizioni preesistenti. Per la determinazione del grado d'invalidità la Società farà
riferimento alla tabella annessa al T.U. sull'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali approvata con D.P.R. del 30.06.1965 n.l 124.
La denuncia d'infortunio deve essere inviata ad EMAPI entro quindici giorni dall'infortunio stesso. La denuncia deve indicare il luogo, giorno,ora dell'evento e cause che lo hanno determinato e deve essere corredata da un certificato medico. Per quanto non regolato dal presente articolo valgono le condizioni generali di polizza.
Questo è un ulteriore intervento di assistenza che va ad aggiungersi a tutti quelli ormai già in vigore o in via di approvazione da parte dei ministeri vigilanti ( contributo per l'acquisto dei libri di testo, contributo per asili nido, erogazione borse di studio, modifica e ridimensionamento del regime sanzionatorio). Non appena i Ministeri vigilanti approveranno tali interventi assistenziali, pubblicheremo sul sito i relativi regolamenti e bandi.

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in Viale della Piramide Cestia 1 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche solo tramite prenotazione telefonica:

L'Ente è aperto dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su