Schermata 2013-12-18 a 13.51.03Sappiamo tutti che le pensioni, con il sistema contributivo, ormai obbligatorio per tutti i lavoratori italiani, saranno proporzionali solo ed esclusivamente ai contributi previdenziali versati durante l'intero arco della propria vita professionale. Tali contributi, opportunamente rivalutati, secondo le direttive normative e le indicazioni ministeriali, verranno convertiti in ratei pensionistici rapportati alla speranza di vita. Questo sistema pensionistico impedisce, quindi, qualsiasi autonomia alle Casse di previdenza di "influire" sull'importo da erogare ai pensionati che scaturisce da semplici conteggi matematici.

L'Enpab, assieme a tutte la altre Casse di previdenza private riunite nell'Adepp, sta lavorando per modificare l'attuale sistema contributivo e far introdurre, per via legislativa, meccanismi che possano permetterci di migliorare l'entità delle pensioni.

La realtà professionale di noi Biologi è la più penalizzata sul mercato del lavoro in Italia. Il reddito medio di un biologo libero professionista è oggi il più basso tra i professionisti italiani e, di conseguenza, le pensioni dei Biologi saranno , inevitabilmente, più basse di tutti gli altri professionisti.
 
 

2007

2008

2009

2010

2011

2012

AVVOCATI

     57.215

     54.580

     52.124

     50.131

     49.083

     47.402

NOTAI

   195.794

   166.286

   152.617

   153.146

   139.320

   107.400

INGEGNERI

     44.864

     43.478

     40.208

     38.640

     38.511

     33.299

ARCHITETTI

     30.260

     28.538

     25.393

     24.109

     23.148

     20.535

GEOMETRI

     24.133

     24.717

     24.247

     22.452

     23.090

     21.756

COMMERCIALISTI

     69.248

     68.659

     65.320

     65.615

     65.422

     63.140

RAGIONIERI

     54.055

     53.693

     53.430

     52.945

     52.509

     52.358

AGRONOMI, GEOLOGI, CHIMICI E ATTUARI

     33.105

     32.558

     31.283

     29.733

     29.151

     25.822

BIOLOGI

     25.174

     24.711

     22.790

     22.321

     20.666

     20.066

INFERMIERI

     27.350

     27.152

     27.025

     25.627

     24.827

     22.693

             

Fonte: Adepp

           

Apparteniamo ad un'area professionale che stenta a decollare per mancanza di una precisa identità. E' capitato a tutti noi, quando nel presentarci dicendo "sono Biologo", che l'interlocutore ci chieda "Biologo? Ma che fai?". La stessa domanda non la rivolgerebbero mai ad un medico o avvocato o notaio o ingegnere.

Non voglio esaminare le cause che stanno alla base di questo problema e che viene da molto lontano, dalla formazione universitaria e della sua mancanza di comunicazione con il mondo del lavoro.

Quello che invece voglio ribadire è come il mondo del lavoro ed il mondo della previdenza siano tra loro imprescindibili vasi comunicanti: meno reddito, pensione più bassa, più reddito pensione più alta.

Se è vero quindi che compito di un Ente di previdenza è cercare di corrispondere pensioni più alte, è altrettanto vero che per far ciò, abbiamo il dovere di intervenire nel mondo della professione contribuendo, ove possibile, a sostenere i colleghi nell'inserimento e nella loro stabilizzazione nel mercato del lavoro. Che dovessimo intervenire con decisione nel mondo del lavoro lo avevamo capito da tempo, e la creazione dell'osservatorio sulla professione, con il suo braccio operativo Biology forum, teso a mettere in comunicazione il mondo del lavoro ed il sapere scientifico dei Biologi, va proprio in questa direzione.

Noi non abbiamo inventato nulla, ci siamo limitati ad eseguire quanto concesso dalla legge 99/2013, che al suo art. 10 bis (comma due) così recita " ... i risparmi aggiuntivi ... possono essere destinati ad interventi di promozione e sostegno al reddito dei professionisti e agli interventi di assistenza in favore degli iscritti" ed al comma tre che dice " Gli enti di previdenza di diritto privato ... al fine di anticipare l'ingresso dei giovani professionisti nel mercato del lavoro svolgono, attraverso ulteriori risparmi, funzioni di promozione e sostegno dell'attività professionale anche nelle forme societarie previste dall'ordinamento vigente".

L'Enpab è tra gli Enti di previdenza privati, uno dei più virtuosi: ha un patrimonio netto superiore agli altri, frutto di un'oculata e di una redditizia gestione ottenuta nel corso degli anni, ed utilizzerà parte delle risorse sia a sostegno del reddito dei colleghi che, a causa della crisi, hanno diminuito in modo consistente i propri proventi professionali, sia a promuovere l'attività professionale dei Biologi Italiani.

Lo faremo istituendo corsi professionalizzanti, tirocini pratici presso istituti pubblici o equiparati con cui stiamo stipulando apposite convenzioni, proponendoci come intermediari finanziari dei fondi europei a sostegno dei Biologi Enpab, lo faremo aprendo uno sportello che aiuterà i liberi professionisti ad accedere direttamente o tramite piani regionali ai fondi europei, lo faremo ampliando le convenzioni esistenti con banche per prestiti agevolati ai colleghi che iniziano la professione.

Non sono progetti ambiziosi, sono progetti in avanzata fase di progettazione che vedranno la luce già dal mese di febbraio e ciò grazie alla collaborazione di tutti Voi, che tramite Biology forum e non solo, ci date suggerimenti e indicazioni e state collaborando con noi alla crescita della nostra Cassa di previdenza per renderla sempre più vicina alle esigenze dei nostri iscritti in ogni momento della nostra vita professionale.

Di tutto questo voglio sinceramente ringraziarvi.  

Il Presidente
Sergio Nunziante

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in Viale della Piramide Cestia 1 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche solo tramite prenotazione telefonica:

L'Ente è aperto dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su