Le fake news sono divenute una delle emergenze dei tempi moderni: nell’epoca della disintermediazione dell’informazione e dei social network, le cosiddette bufale hanno contagiato anche il campo della scienza. Non poche sono le notizie false e disorientanti che riguardano persino la salute e l’alimentazione, influenzando approcci e comportamenti.

Enpab ha percepito l’emergenzialità della questione, comprendendo che i biologi iscritti alla Cassa hanno necessità di una migliore comprensione del fenomeno e di dotarsi di opportuni strumenti per fronteggiare il fenomeno nel loro lavoro. Non a caso quello delle fake news sarà il topic centrale di due importanti eventi che ci coinvolgeranno nei prossimi giorni.

Il primo appuntamento è previsto per il 14 marzo in occasione della XVIII edizione della “Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica” in collaborazione con LILT presso la sede del Ministero della Salute. Parteciperò alla tavola rotonda che porterà in primo piano i temi della prevenzione e delle fake news, con particolare riferimento all’alimentazione in presenza dell’On. Ministro Giulia Grillo.  Durante l’evento annunceremo lo stanziamento Enpab delle prime 4 borse lavoro di 2mila euro ciascuna che vedranno impegnati i biologi Enpab e la Lilt in attività di lotta alle fake news in oncologia.

Il secondo appuntamento - molto importante per la nostra crescita professionale - dal titolo “ALIMENZOGNE. Epidemia Fake news: è necessario vaccinarsi” si svolgerà il 23 marzo a Milano, a Spazio Nutrizione, grazie a una partnership Enpab e Crea. Durante l’evento, aperto a 450 iscritti, non parleremo soltanto di fake news. L’obiettivo principale sarà quello di elaborare e comunicare, con l’aiuto di esperti giornalisti, psicologi e dirigenti dell'Istituto Superiore di sanità, le giuste strategie da mettere in pratica per contrastare il fenomeno delle bufale online.

Le fake news sono divenute una vera e propria epidemia. Il rischio è proprio quello che credenze e pratiche sbagliate interferiscano con il lavoro del biologo. Il nostro obiettivo è proprio quello di trasmettere ai nostri Biologi gli strumenti e le strategie necessarie per far prevalere la voce della scienza su quella della disinformazione.

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in via della Fonte di Fauno 25 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su